Gli effetti del cibo sul corpo

Cosa mangiano i tuoi figli? I crimini alimentari

Un'alimentazione natural: no cibo sottocosto

Sai quali sono i nuovi crimini?
Quelli alimentari!!! E già…e sì… è proprio così.
Sono anni che mi dedico al cibo nella sua visione più ampia, dalla storia dell’alimentazione, al cibo come base della salute (ricorda che il mangiare è uno degli atti che compi più spesso durante la giornata), come strumento di cura di sé, della propria famiglia e di guarigione, al cibo come strumento di evoluzione delle coscienze.
So che a volte ti scrivo in modo deciso, forte ma ho le mie ragioni e sono ragioni forti che vogliono aiutarti a riflettere perché come disse Rudolf Steiner, grande pensatore, filosofo, pedagogista del 900 : <<In questi tempi occorre saper discernere, più che in passato>>.
Quindi attenzione, attenzione!!!

danger red grunge round vintage rubber stamp.danger stamp.danger round stamp.danger grunge stamp.danger.danger vintage stamp.

All’Expo 2015 sono stata invitata ad un convegno molto interessante, forse uno tra i più interessanti ai quali ho partecipato nella mia vita e che ha segnato da allora il mio sguardo sul cibo portando grandi cambiamenti e riflessioni che voglio condividere con te.
Vedrai che anche tu dopo aver letto la mia newsletter cambierai il modo di fare la spesa.
Il convegno si intitolava “Nutrire il pianeta: ambiente, agricoltura, alimentazione, salute, economia: la proposta Pianesiana”.
Mario Pianesi è l’ideatore, il fondatore e presidente dell’associazione UPM attraverso cui possiamo trovare su tutto il territorio italiano i negozi e i ristoranti UPM dove comprare e poter mangiare cereali, verdure e legumi  coltivati senza prodotti chimici e di certificazione controllata.
All’interno della giornata ci sono stati  diversi interventi, ma quello in cui io ho strabuzzato gli occhi è stato quello di Marcella Trombetta dell’Università Campus Bio-Medico di Roma e parte del Consiglio Superiore di Sanità del Ministero della Salute.
Il suo intervento è stato impressionante.
Giravo lo sguardo tra i presenti in sala e vedevo solo bocche aperte dallo stupore o dallo spavento.
Apre il suo intervento con : <<Il CRIMINE ALIMENTARE sta soppiantando come sottolineato dal Interpol la frode alimentare, un tempo i ganster amavano spedire i loro nemici a dormire con i pesci, oggi preferiscono etichettare i pesci in modo incorretto per trarne profitto: pesci non pregiati venduti come pregiati, latte adulterato con melammina, per non parlare di vino, olio d’oliva, succhi di frutta, miele, spezie>>.

E ci gela il sangue raccontandoci che al porto di Genova alla dogana avevano fermato una partita di tonno in olio di oliva e l’avevano sottoposto a controlli e non capivano che olio fosse quello in cui era imbevuto il tonno che non sembrava neanche tonno. Era olio di ali di gabbiano.
Sei rabbrividito?
Io si!

<<Contraffazione, adulterazione, sofisticazione e falsificazione degli alimenti sono I CRIMINI DEL NOSTRO SECOLO>> incalza Marcella e continua <<Interpol ed Europol in due operazioni alla lotta al crimine alimentare hanno stabilito che si è passati dal 2011 ad oggi da 112 a 5661 tonnellate di merci sequestrate: questi dati dimostrano come l’immissione di alimenti pericolosi per la salute costituisca una preoccupazione sempre più crescente a livello globale>>. E aggiunge: <<Il cibo è un bisogno essenziale per l’essere umano e con la globalizzazione il rischio di consumare un alimento pericoloso per la salute è elevatissimo, anche se spesso non tutti ne hanno percezione>>

Ecco per me questa frase è fondamentale, la maggior parte delle persone che mangia non sa che tipo di cibo mangia, da dove arriva, cosa effettivamente c’è dentro.  Mette nel carrello della spesa e via per poi trovarsi con i figli spesso ammalati e loro stessi con dei problemi di salute.
No! no non c’è da scherzare.
E’ per quello che io insisto di evitare il più possibile il cibo industriale, di venire ai miei corsi ed imparare un nuovo/antico modo di cucinare attento anche all’origine del cibo.
Non si può essere faciloni e continuare a scegliere il prezzo più basso. Per il cibo NOOOOOO!!!!
La pubblicità incalza con immagini di prodotti industriali con uno sfondo di vita agreste e famigliare. Lascia perdere.

Vector illustration of beautiful autumn landscape on white background in modern style with elegant text lettering, copy space. Countryside fall farm symbols - barn, mill, apple trees, farm animals.

Se un cibo è sottocosto vuole dire che non ha valore, che è una porcheria e ti nutre di porcheria.
Così come i ristoranti dove ti puoi abbuffare a prezzi irrisori, il cibo di qualità che ti nutre veramente ha un costo. Punto.
Un costo che rispetta la terra, chi lo ha prodotto e chi lo cucina.
Marcella sottolinea: <<La difesa della filiera agroalimentare è pertanto fondamentale. Il cibo, in termini quantitativi e qualitativi, è essenziale per la salute e per la stessa sopravvivenza della popolazione>>.
Nel 2009 e nel 2012, al forum mondiale dell’alimentazione Fao, sono stati introdotti due nuovi termini, guarda un po’: food defence ovvero difesa alimentare ovvero <<La protezione dei prodotti alimentari dall’adulterazione intenzionale attraverso agenti biologici, chimici, fisici, radiologici>> e food tampering cioè manomissione degli alimenti definito come <<La deliberata contaminazione dei prodotti con l’intento di causare danni>>.
A questi si aggiungono due termini che sono già in circolo a dispetto di noi consumatori  e mangiatori ignoranti che ci fiondiamo sui prezzi più bassi: food terrorism cioè terrorismo alimentare definito come <<Un atto o minaccia di delibera contaminazione degli alimenti destinati all’alimentazione umana con agenti biologici, chimici e fisici e con materiali radio nucleari con lo scopo di causare ferite o morte nella popolazione civile e/o distruggere la stabilità sociale economica e politica>>.
Ed ecco l’ultimo per chi ama ancora comprare qua e là i prodotti animali senza sapere come e dove sono stati prodotti: agro terrorismo definito come  <<la delibera introduzione di patologie animali o vegetali con lo scopo di generare paura circa la sicurezza degli alimenti causando perdite economiche e/o stabilità sociale>>.
E conclude alla grande la nostra Marcella, ricercatrice di crimini alimentari: <<Le evidenze investigative delle forze di polizia dimostrano sempre di più che la frode alimentare tradizionale intesa come adulterazione volontaria degli alimenti con ingredienti scadenti o di minor pregio è diventata una proficua fonte di guadagno della malavita organizzata>>.
Ecco ti piace il quadretto, mi capisci ora quando insisto sulla qualità degli alimenti.
Leggi le etichette di ciò che compri e se hanno più di tre ingredienti lascia perdere.
Questa è la tua maggior difesa e tutela.

Woman shopping at a grocery store

E quando vai al ristorante apri gli occhi, leggi, chiedi e prendi la roba più semplice che esista (io ho sempre con me la mia pasta di riso integrale e il mio sugo) oppure vai in un posto di fiducia dove sai che le materie prime sono di qualità e nessuno ti vuole fottere la salute per avere più incassi.
Ricorda: la vita ci vuole con gli occhi aperti.

E cosa c’è di meglio del riso che abbiamo proposto alla nostra serata Rice diet!
Misto riso etnico croccante con verdure:

riso

Ingredienti:
1 tazza di riso etnico oppure mescola insieme riso rosso, venere e integrale
1 sedano rapa
verdure miste di stagione
olio extra vergine
sale marino integrale
gomasio

Procedimento:

Lava il riso fino a che diventa limpida l’acqua, fallo tostare in padella così rimane croccante, metti a cuocere con il doppio di acqua e un granello di sale marino integrale.
Cuoci finché si assorbe tutta l’acqua.
Intanto fai saltare in padella con olio extra vergine di oliva, sale marino integrale e acqua, le verdure tagliate fini, copri.
Quando il riso è cotto mettilo sopra le verdure e aggiungi un po’ di acqua e tamari.
Lascia cuocere per una decina di minuti coperto e poi salta (ovvero gira).
Metti nel forno così diventa croccante cospargendolo di gomasio per avere un effetto ancora più croccante (così hai l’effetto che ti è tanto piaciuto alla serata Rice diet).

Love, trust, care
Silvia