Blog, Gli effetti del cibo sul corpo, Non categorizzato

Detox Now, Now, Now!

Quale messaggio ti ha mandato questa Pasqua?

Hai sentito come me una forza rinnovatrice dentro che ti sta spingendo verso nuovi orizzonti?

Non frenarla, seguila!

Questa tua forza rinnovatrice che si sta facendo sentire viene dal tuo fegato, l’organo sollecitato in questo momento dell’anno dall’energia della primavera, dall’energia Legno o Albero.

In questi giorni, ho sentito davvero il bisogno di rifugiarmi in mezzo alla natura.

Avevo una voglia matta di fare lunghe, lunghissime camminate avvolta dal profumo dei boschi, ammirando l’orizzonte, pestando foglie.

Avevo voglia di sentire il respiro rigeneratore della natura che so che mi annulla ogni stanchezza fisica e mentale.

E così ho fatto.

Ho poi abbinato alla rigenerazione fisica, attraverso le lunghe camminate, una rigenerazione alimentare e poi cellulare con un po’ di meditazione e qualche tecnica di respirazione.

Ed oggi che ti scrivo mi sento veramente rinata.

La Pasqua insieme alla mia famiglia (mamma, papà, sorellina e maritino) è stata vegana, senza zuccheri e con due pasti soltanto.

Abbiamo iniziato con una buona colazione fatta con un porrigde di quinoa, abbiamo assaporato qualche frutto secco tostato durante la camminata e abbiamo finito la nostra giornata con una cena con del miglio saltato con cipollotto, batata e topping detox di puntarelle e alghe dulse e un bel piatto di zucchine con cipolle di Tropea ai capperi.

Puoi trovare queste ricette nella settimana detox del Tuo Menù Naturale Organizzato che inizia venerdì e continua per qualche settimana.

Siiiii… Il Menù Naturale Organizzato si allinea ai ritmi della natura.

Questo è il segreto dello stare bene: essere allineati con madre natura.

E il modo più antico per farlo è attraverso la scelta consapevole del cibo.

Una volta, prima che l’industria alimentare stravolgesse tutto, era insito nell’essere umano mangiare secondo ciò che la stagione offriva, cambiare gli stili di cottura, eliminare certi cibi o ridurli e prediligerne altri.

Ora questo ritmo naturale profondo a partire dalle nostre scelte alimentari è scomparso.

Ed è una delle cause dei tanti disagi primaverili che ti coinvolgono dal mal di testa, alla stanchezza cronica, ai problemi di pelle a quelli del tuo peso forma, al tuo umore ballerino.

E necessario fare quindi un passo indietro?

Si.

E’ necessario fare le pulizie di primavera, tornare ad un po’ di sana semplicità.

E’ ciò che vuole il fegato per cominciare ad annullare i suoi sintomi che si accentuano nella sua stagione ovvero ora.

Sai cosa sta chiedendo il tuo fegato per liberarti da tutti i tuoi disagi primaverili?

Detox Now, Now, Now.

E last but not least: l’impostazione di un nuovo stile di vita.

Come fare quindi ad alleggerire il magazzino principale del nostro corpo ovvero il fegato e ritrovare la desiderata forma fisica, mentale e spirituale che lui, da buon generale, gestisce?

Upsss…

Perché parlo di fegato e parlo di spiritualità?

Perché per l’antica medicina cinese il fegato è proprio legato alla nostra apertura emotiva e spirituale.

Vuoi dare una svolta alla tua vita?

Parti dalla detox del tuo fegato.

Prova per tre giorni a stare senza caffè (sostituiscilo con del thè verde), senza prodotti cotti al forno, senza dolci, senza cibo di origine animale e nello stesso tempo mangia tutte le verdure verdi che ti capita di vedere dal tuo verduriere di fiducia e condisci con queste tanto orzo e riso basmati e cucina legumi verdi (piselli, fave).

Insomma fai una dieta verde.

Ti sembrerò un po’ pazza a dirti sempre di provare a vivere senza caffè e a diminuire i prodotti da forno e a cucinarli, tu, in casa.

Per la medicina tradizionale cinese c’è una ragione: il cibo tostato ad altissime temperature e per lungo tempo come il caffè è yang ovvero molto contraente.

E’ ha come effetto di contrarre il fegato che è un organo yang quindi di intasarlo e renderti super rigido (visto che il fegato, per gli orientali, gestisce l’elasticità muscolare).

La visione orientale del cibo può unirsi alla visione occidentale, più scientifica?

Eccome.

Lo sai che, durate la cottura dei cibi, si verifica un processo chimico noto come <<reazione di Maillad>> che rende i cibi abbrustolisti e quindi più gustosi.

Quando un cibo in cottura si imbrunisce grazie a questa reazione che avviene tra i 140 gradi e i 180 gradi (per questo io nel tuo menù naturale organizzato propongo spesso di fare il pane o i muffin al vapore ) nelle cotture al forno e nei fritti gli zuccheri e le proteine si legano attraverso all’energia del calore e producono un fenomeno chimico che può creare l’acrilammide, una sostanza definita genotossica <<estremamente pericolosa>> dal comitato Fao/who experte commitee on food additives (Jecfa) e dall’autorità europea per la sicurezza sul cibo (Efsa).

E chi fa da filtro a tutte le sostanze tossiche che ingeriamo? Il nostro fegato…

Pronta/o allora a depurare il tuo fegato?

E se non vuoi sentirti solo ma trovare un forte sostegno a questo tuo cambiamento iscriviti alla giornata “Rivitalizzati”, domenica 8 aprile.

Dalle 9,30 alle 17,30 vivrai con me una giornata in cui imparerei a crearti una dieta verde detox adatta a cominciare a risolvere i tuoi disagi primaverili dalla stanchezza cronica, al mal di testa, al gonfiore, ai problemi di pelle, all’eccesso di peso.

Insieme a Paola Chiesa ti daremo tutti gli strumenti per aiutarti ad impostare insieme ad uno nuovo stile alimentare uno nuovo stile di vita.

Hai voglia di rinnovarti?

E’ l’occasione giusta!

Dalla meditazione, alla scelta consapevole del cibo (ci sarà anche un pranzo guidato), a esercizi ad approccio yogico, al contatto con la natura regalati una occasione per rinascere a Primavera con la tua energia Legno in piena espansione.

Chiamami al 3282128507 per avere maggiori informazioni, o scopri di più sulla pagina ufficiale dell’evento.

Restano pochissimo posti.

Ti saluto con questa frase che ieri sera il mio papino mi ha letto da uno dei sui autori preferiti Giorgio Boati (Un paese ben coltivato, Edizioni Laterza) :

“I giorni migliori non sono quelli in cui si sta aggrappati al poco o al tanto che si è messo in piedi, ma quelli in cui il cambiamento bussa alla porta.”

Se non ora, quando?

 

Love, trust, care

Silvia