Dimagrire con una nuova visione, Illuminarsi in cucina, Questa pazza voglia di dolce

Di cosa sei veramente affamata?

Instaurare con il cibo sano una relazione di armonia

Questa sera vivremo un viaggio con il cibo sia a livello sensoriale  sia a livello emotivo sia a livello simbolico per ritrovare il senso profondo del NUTRIMENTO dalla nostra nascita ad oggi, per poter celebrare la vita in tutta la sua pienezza, per poter cominciare ad instaurare con il cibo una relazione di armonia, meno conflittuale, più fluida, più vitale, più energetica dove i sensi di colpa, il peso in eccesso, le voglie, i raptus lasciano finalmente spazio all’amore e al rispetto per sé e per il proprio corpo.
Continuiamo questo eccezionale percorso sulla trilogia del dimagrimento giovedì 8 giugno con Bruna Blandino, esperta di focusing, con il tema “Di cosa sono realmente affamata? Il corpo che parla”.

Che cos’ è il focusing?

Ho incontrato il focusing in un momento particolare della mia vita in cui avevo bisogno di chiarezza, di calma, di superare delle paure e delle rabbie e di capire cosa mi stava dicendo il mio corpo che sembrava impazzito.
L’incontro con Bruna è stato come uno squarcio di raggio di sole in un cielo pieno di nubi.

Viaggio nel: cibo sano

Il nostro primo colloquio è durato 15 minuti ma in quei pochi minuti lei mi guidò dentro di me con dolcezza, con sofficità, con un amore materno infinito e lì io capii o meglio sentii.
Sentii una parte di me fino ad allora inascoltata, taciuta, imbavagliata, soppressa, nascosta, paurosa, piangente, dolorante, arrabbiata e non feci nulla, assolutamente nulla se non accoglierla, se non abbracciarla emotivamente.

Cibo sano: dentro di me con dolcezza

In quel momento qualcosa in me fece click e si riconnesse e io sentii le mie spalle cadere, rilassarsi, il mio stomaco aprirsi, la mia mente schiarirsi, il mio cuore rinfrancarsi.
Noi occidentali siamo immersi nella “cultura del capire-fare-sistemare”, mentre il focusing ci mostra che “essere, permettere di essere” è la chiave del cambiamento” (Ann Weiser, una fra i grandi Maestri di Focusing a livello mondiale).
E’ così in quei pochi minuti con Bruna mi permisi di essere, guidata dalle sue dolci ma esatte parole e dalla sua amorevole presenza.
Mi permisi di essere chi? semplicemente io in tutte le mie parti.
Quando c’è un rapporto conflittuale con il cibo c’è sempre una parte di noi che non viene vista, che rimane inascoltata, che è stata messa da parte, che è arrabbiata e non sa che fare.

Cibo sano: essere

Può essere anche una parte dimenticata che attraverso le voglie di dolce, di salato, di raptus di cibo incontrollati grida di voler essere vista, amata, accolta, ascoltata.
Non è necessario fare qualcosa perché il cambiamento avvenga. Si aiuta di più accogliendo ciò che si presenta , così com’è” ci spiega Bruna “Fidatevi, il vostro corpo vi parlerà, prima o poi, col suo linguaggio fatto di sensazioni e simboli, e vi dirà quel di più che sa su di voi e che la mente non conosce”.
E da quel momento ho potuto sentire che in ognuno di noi c’è una parte più bambina, più sofferente, che ha delle ferite e che se non viene guardata, accolta ed accudita dalla  parte più adulta e materna, essa si fa sentire con dolori, con ansia, con senso di  inadeguatezza, con frustrazione, con rabbia, con fami nervose ed incontrollate e magari anche attraverso disturbi più importanti.
Accogliere è la chiave.
Accogliere ogni parte di noi.
Ecco noi giovedì 8 giugno insieme a Bruna ed un menù coccoloso inizieremo a sentire il potere del senso di accoglienza di ogni parte di noi.
A) Come ci si sente quando non ci ascoltano veramente e non ci comprendono fino in fondo?
B) Come ci si sente quando ci ascoltano veramente e ci capiscono fino in fondo?
Cosa ti succede nel  caso A,  ti chiudi in te stessa? Mangi? Cosa mangi? Come lo riempi questo vuoto? E quindi di cosa sei veramente affamata?
Cosa ti succede nel caso B? Ti apri? Ti senti accolta, serena, in pace, smetti di ricercare cibo?
Gendlin, il creatore del focusing, dice: “C’è di più che chiudersi o aprirsi in questo, poiché un essere vivente che viene veramente ascoltato e capito sente di più, pensa di più, in una parola fiorisce. E questo perché sotto, sotto, ciò che succede veramente è che si viene accettati così come si è
Ricordate come vi sentite quando vi ascoltano e capiscono veramente, ovvero come vi sentite quando vi accettano così come siete – chiarisce Gendlin – ora imparate a dare ai vostri felt sense ovvero ai vostri vissuti percepiti nel corpo  (la parola inglese FELT SENSE è pressoché intraducibile in italiano. Gli insegnanti di Focusing qui da noi lo traducono, a volte, come “Vissuto percepito nel corpo”) lo stesso tipo di accoglienza totale ed incondizionata, priva di fretta, giudizi, critiche, pregiudizi, voglia di cambiare, desiderio di aiutare”.
Quando il Felt Sense è stato accolto senza condizioni e ha avuto la possibilità di trasmetterci le sue “informazioni” allora c’è un senso di sollievo nel corpo, un ahhh finalmente… il Felt Shift, una sorta di sollievo percepito dal corpo, come aria fresca, maggiore spazio, un senso di fluidità e di integrazione, energie che tornano a scorrere liberamente e fanno spazio al nuovo, permettendoci di fare il passo successivo.

Passo successivo: cibo sano

E così un soffio di pace avrà la possibilità di entrare in te calmando ogni voglia, ogni raptus, ogni tipo di conflitto con il cibo.
In questa meravigliosa atmosfera di accoglienza giovedì 8 giugno  alle 19,45 da Sale in Zucca, in via Santa Chiara 45 a Torino, potremo accogliere con tutto il nostro essere il cibo cucinato dalla chef Laura e inoltrarci con me, consulente alimentare, in menù adatti per perdere peso e per riconciliarti con il cibo dopo tante, troppe diete, con amore, senza forzature, stando nell’accoglienza.
Di solito siamo attivi, raramente siamo contemplativi – approfondisce la nostra cara Bruna – il focusing ci consente una terza possibilità, ossia di accogliere amorevolmente il nostro “essere attivo” da uno stato contemplativo, ascoltarlo e comprenderlo fino in fondo, consentendogli così di fare il prossimo passo e andare avanti nella vita”.
Datti questa terza possibilità giovedì 8 giugno, te la meriti!
Bruna ama chiudere il percorso formativo in Focusing Base citando la sua mentore Dott. Germana Ponte, che fra i primi  ha portato il Focusing in Italia:
Per quanto possa sembrare impossibile, ognuno di noi ha in sé questo Nucleo Profondo, è il dono del principio Creatore a ognuno di noi, un nostro possesso inalienabile e incorruttibile. Non importa cosa abbiamo fatto o cosa siamo diventati nel corso della nostra esistenza a contatto con gli altri e con il mondo, questa nostra Essenza mantiene intatte le sue qualità. Ecco perché è così importante imparare a contattarla poiché è la nostra vera madre, il nostro vero padre, la nostra vera maestra, amica, il vero guaritore”.
E così possiamo veramente ACCOGLIERE E RISPONDERE, CON UN SENSO DI  PACE, SENZA RAPTUS E FAMI INCONTROLLATE alla domanda: di cosa siamo realmente affamati?
E allora cosa aspetti…giovedì 8 giugno è CIÒ CHE STAI CERCANDO!
Love, trust, care
Silvia
P.S: Ti ricordo anche l’ultimo super interessante appuntamento LA SALUTE DELLA DONNA di mercoledì 7 giugno nell’accogliente negozietto di Fiorella, in corso Casale 12 a Torino,
in zona Gran Madre  alle 18, dove termineremo il ciclo “ Rigenera il tuo corpo” del metodo straordinario di Martin Halsey il fondatore della fantastica scuola La Sana Gola.  Affronterò,  dando soluzioni facili  attraverso lo stile alimentare della Sana Gola, diversi problemi della salute delle donne dai problemi di mestruo  alla fertilità, alla menopausa, all’osteoporosi!
P.P. S: e se vuoi iniziare davvero un bel percorso di cambiamento alimentare prova il tuo menù naturale organizzato.
Liliana Di Pietro dice del menù : “Fantastico! Ti ringrazio molto per tutto ciò che fai, mangiare sano oltre a far del bene al nostro corpo, nutre anche l’anima e poi lo trovo allegro e piacevole, con tanti colori”.
Porta l’allegria delle mie ricette e della mia organizzazione in cucina con il tuo menù naturale organizzato e stupirai tutta la tua famiglia. 
ECCO COME CHI SCEGLIE IL TUO MENÙ NATURALE ORGANIZZATO  È AVVOLTO DA COLORI, FORME, CONSISTENZE E GUSTI, SAPORI, NATURALI SOPRESE!
Menu organizzato: cibo sano