Gli effetti del cibo sul corpo

Il cibo che ti indebolisce

Alimenazione naturale: salute e prosperità

Mi sono innamorata della macrobiotica semplicemente per un motivo.
Ho trovato nella cucina macrobiotica qualcosa che non ho mai trovato in nessun dieta, in nessun modo di mangiare occidentale, per lo meno a me contemporaneo.
Le ricette curative.
Una figata.
Mentre mi adopero per crearle mi sento una vera guaritrice, della mia anima prima di tutto e poi del mio corpo e di chi mangia con me.
E’ emozionante sapere che disporre le verdure in un certo modo in una pentola ha un particolare effetto sul corpo, e se poi queste verdure sono tonde piuttosto che di forma allungata se ne ottiene un altro e se combinate con determinati fagioli o un certo cereale ti curano un organo piuttosto che un altro, o meglio danno energia ad un organo piuttosto che ad un altro.
E piano piano cucinando, frequentando corsi, sono entrata nel mondo degli stili di cottura.
Chi mai ti ha spiegato che cuocere il cibo due volte ti rende forte?
Dico oggi nel mondo moderno, un medico forse, un dietologo?
(te lo spiego io nel prossimo corso di cucina giovedì 19 gennaio, che se vuoi  puoi regalare facendo così  un dono di salute e prosperità)
E che oggi il vero medico sta in cucina e sei proprio tu!
Spesso mi viene detto:
<<Ah ma se non mangi carne dove prendi la forza?>>.
Punto numero uno: oggi la carne è talmente piena di antibiotici ed ormoni, anche quella che ti dicono di qualità, che è diventata più yin che yang.
Quindi altro che darti forza ti gonfia come un pallone e basta.

Poi dopo questa bella frase mi viene detto: <<Ma io sono del gruppo zero e ho bisogno di carne>>… oh ma basta con sta storia del gruppo.
Vivi ancora dentro una caverna o cosa?
Hai l’ultimo modello di Iphone o comunque uno smartphone, hai le 4 ruote sotto il sedere, a casa non ti metti a sfregare due bastoncini di legno e una pietra per provocare il fuoco, al massimo hai un camino ben progettato dall’architetto che insieme  ai termosifoni (che non mi immagino agganciati ad una parete di una caverna) ti scaldano per bene, il cibo non te lo procuri correndo come un leopardo in mezzo alle praterie ma vai in un posto che si chiama supermercato dove il cibo te lo trovi già bello che pronto, al mattino ti sveglia una suoneria elettrica che se l’hai programmata bene ti suona Mozart o qualche musica pop e non dormi in terra con l’ululato dei lupi fuori e il ruggito delle bestie feroci…
….scusa ma a questo punto ti chiedo cosa hai in comune con l’uomo o la donna con la pelle di mammut addosso delle caverne?

Oggi c’è una cucina evoluta ed evolutiva con ricette di tradizioni millenarie ma non cavernicole che ti permettono di sostituire quella che tu dici la forza della carne con la forza di un cibo vegetale sapientemente cucinato.
Però bisogna conoscere le ricette che ti apportano forza se no sei fregato e queste le impari venendo ai mie corsi, alle mie conferenze, in consulenza individuale.
In uno dei viaggi con Leonardo ci siamo imbattuti in un medico giapponese a cui mio marito, nato e vissuto a Buenos Aires per 22 anni, domanda, terrorizzato dal fatto che io non compravo più carne: <<Ma se faccio sport e non mangio carne non divento debole io che sono del gruppo 0?>>.
La sua risposta fu: <<Diventerai ancora più forte perché con la carne muscolo gonfio, con il riso integrale muscolo di acciaio!>>.

Con le ricette curative davvero puoi apportare grande beneficio ad ogni parte del tuo corpo, rendendolo elastico e forte ma non teso.
Che te ne fai della tensione che ti dà la carne ora, in questo momento storico?
Mica devi assaltare l’altro come in un circo di gladiatori.
Oggi ti voglio raccontare una ricetta invernale davvero speciale che dona grande calore al corpo in profondità.

Azuki, zucca e kombu.
Tre alimenti potentissimi individualmente che diventano straordinari messi insieme.
Leggi ora per quanti problemi può aiutare questa fantastica ricetta:
debolezza al cuore
tonsilliti, adenoide infiammate o ingrossate
eruzioni cutanee, acne, psoriasi
diabete
per regolare i livelli di zucchero nel sangue, ipoglicemia
ulcere e debolezze digestive
stanchezza o diarrea
debolezza e condizioni degenerative
problemi mestruali
problemi di fertilità
dolori articolari, artrosi e osteoporosi
malattie renali
E tanto altro.
Questo solo per darti un’idea di quanto una combinazione di alimenti può essere potente, se ovviamente mangiata più volte durante la settimana in abbinamento ad una alimentazione basata su cereali, verdure, legumi.
1

Come si procede in questa “Magica” ricetta?
Ingredienti:
1 tazza di azuki (messi a bagno una notte)
2 tazze di zucca o carote
5-10 cm di kombu
1 cucchiaino di sale marino integrale
acqua

Procedimento:
Prendi una tazza di fagioli azuki, lavali e lasciali a bagno per una notte o almeno 4/6 ore.
Metti a bagno anche diversi pezzi di alga kombu per una decina di minuti. Quando si sono ammorbiditi, vanno tagliati in pezzetti quadrati di circa 2 cm.
Metti poi i pezzetti di alga sul fondo di una pentola e versaci sopra i fagioli azuki. Versa acqua sufficiente a coprire gli ingredienti.
Porta a bollore e fai cuocere a fuoco lento per 40 minuti.
Taglia della zucca gialla in pezzi. Se non c’è la zucca puoi sostituirla con delle carote.
Mettila sopra i fagioli e spargi un pochino di sale marino integrale.
Copri con un coperchio e continua a far cuocere per altri 25/30 minuti. Durante la cottura l’acqua può consumarsi per cui si consiglia di aggiungerne un po’.
Verso la fine della cottura condisci con un po’ di salsa di soia tamari o sale marino.
Torna a coprire e fai cuocere alcuni minuti prima di servire.

Ottima come contorno del riso e di verdure.

Non ti resta che provare! E’ buonissima…
Love, Trust, Care
Silvia

P.S: Et voilà martedì 29 ci sarà la prima grande magica serata per capire come prenderci cura del nostro volto e martedì 6 dicembre la ripetiamo, stiamo riempiendo la lista per cui affrettati a fermare il tuo posto. Sarà bellissimo, affascinante, curioso, utile, divertente!
Dal colore, dalla forma del tuo viso, dai segni che si sono formati negli anni, potrai capire cosa per te è meglio mangiare oppure  limitare oppure evitare proprio e cosa hai mangiato maggiormente per aver creato delle tendenze sul tuo volto… Il viso ci racconta le nostre debolezze, le nostre tensioni, i nostri punti di forza, gli organi affaticati, quelli che lavorano bene…uhmm quante cose… ti aspetto se no ti anticipo troppo 🙂

P.P.S:  Giovedì 19 gennaio si riparte con un nuovo straordinario corso di cucina base: tutto sui legumi. Imparerai a cucinare i legumi in modo da non diventare un palloncino e in tanti modi diversi. Laura ti preparerà un voucher per cui  se vuoi regalare qualcosa di assolutamente sorprendente per Natale noi ti diamo una mano con questa idea.

P.P.P.S: sono stata invitata in qualità di consulente alimentare ad un prestigioso convegno all’Oval “dalla città degli architetti alla città dei cuochi: come il consumo di cibo influenza e modifica la città” … se sei curioso di sapere come si è evoluta la cucina dal 195o ad oggi e molto di più, tipo feng shui e cucina, e poi ancora cultura estetica e nutrimento…ti aspetto all’Oval Lingotto Fiere giovedì 24 novembre dalle 15 alle 18!