Dimagrire con una nuova visione, Illuminarsi in cucina

Motivati ora!

Ritrovare la motivazione con: alimentazione curativa

Motivati, motivati, motivati!
Motivati a cambiare direzione, non fissarti mai su nulla, sii completamente flessibile come l’acqua che anche se incontra una roccia si modella e per questo non si ferisce, non si fa male, non crea blocco ma si lascia fluire e cambia, cambia sempre, in ogni istante, in continuazione!

Come l'acqua: alimentazione curativa

Cambia con me giovedì 18 maggio ad una super serata su come accogliere il cambiamento, gestirlo in modo propositivo nel lungo termine capendo anche cosa muove e tiene attiva la tua motivazione!
Oggi ho una storia da raccontarti.
Circa tre anni fa mio papà Luigi iniziò ad avere un importante problema di salute, aveva già avuto delle avvisaglie come il dover prender la pastiglia della pressione, i trigliceridi alti, la glicemia ballerina, qualche problema intestinale, un addome un po’ troppo gonfio e chili di troppo (soprattutto sull’addome).
Ma negli anni  il tutto veniva risolto con la pastiglia, con la scusa dell’età, con  qualche strappo alimentare di troppo da evitare, qualche blando consiglio alimentare e un lasciar correre pensando ad altro.
Poi, visto che il corpo è intelligente e lui dopo un po’ che lo maltratti o non gli dai le dovute attenzioni si ribella, cosa  combina?

Il corpo di mio papà decide di ammalarsi e di rischiare una operazione piuttosto significativa!
Al che viene dalla figlia “pazza” e le espone il problema e la figlia pazza, che sarei io, gli dice: “Papi aspetta a fare interventi pesanti che poi non si sa che conseguenze hanno sul corpo: prova con la macrobiotica!”  .
Mio papà mi racconta della sua paura e mi chiede cosa deve cambiare e che  vuole tentare di vedere se ce la fa perché l’operazione gli mette proprio fifa.
E da lì inizia un viaggio di grande trasformazione fisica ed interiore che l’ha portato oggi ad essere 12 chili in meno, un maratoneta ultrasettantenne, un appassionato di yoga e un camminatore pronto per 800 km di cammino di Santiago!
Ecco, è quella che il mio professore Martin Halsey della scuola La Sana Gola chiama l’inversione della palla di neve.
Guarda ora questi due grafici i Martin!
Cosa ti comunicano?

Alimentazione curativa: livelli malattia

Alimentazione curativa: percorso

Circa tre anni fa, nello stesso periodo in cui mio padre ha iniziato tutto il suo cammino di rinascita, viene da me una ragazza, mia coetanea, ad aiutarmi nelle faccende di casa, e ovviamente aprendo il frigo e la dispensa mi chiede come facciamo a sostenerci mangiando solo cibi vegetali, ed io le narro la mia storia e i motivi per cui abbiamo abbracciato la macrobiotica io e mio marito e di quanto stiamo meglio.
Lei mi guarda incredula e mi dice : “Ma figurati mio padre ha più di settanta anni e sta benissimo e mangia prosciutti, bresaola, formaggi, carne, mai avuto nulla”…ed io ovviamente da buona consulente alimentare dico: “ahh è un miracolo…ma non prende la pastiglia della pressione? e il colesterolo?”
E  mi risponde: “Sì ha il colesterolo alto, ma chi non ce l’ha alla sua età e….ovvio, sì! prende la pastiglia della pressione”… tutto questo mi viene narrato come se fosse scontato!
E’ normale ad una certa età avere troppi grassi nel sangue e prendere un farmaco che ti controlli la pressione. Noooooo???
Sì è normale per una società i cui abitanti a tavola si imbottiscono di grassi dall’antipasto al dolce senza manco rendersene conto, e poi si stupiscono di avere accumuli che circolano nel sangue!

No grassi nel sangue: alimentazione curativa

È tra le cose più normali del mondo ad un certo punto della vita prendere un farmaco per gestire la pressione!
Ma sei sicuro che sia così normale?
Una volta, quando lo scienziato americano Angel Keys (1904-2004 forse lui vedendo l’età aveva capito veramente cos’era la vera dieta mediterranea di cereali, verdure e legumi),  che sbarcò nel sud Italia e vide degli ultraottantenni dei paesini  zampettare allegramente qua e là senza pastiglia della pressione e senza colesterolo alto e creò la dieta mediterranea basata su cereali, verdure e legumi, si stupì di come qui non ci fossero malattie cardiovascolari come in America!
Se questo medico sbarcasse oggi in sud Italia e vedesse come stanno i nostri vecchi (che poi è la proiezione di come staremo noi giovani se non cambiamo abitudini alimentari) troverebbe una situazione tanto diversa dall’America??

Alimentazione curativa: non come americana

Nooooo anzi la nostra dieta si è americanizzata ed è diventata piena di grassi, e la pastiglia della pressione invece di diventare una avvisaglia che qualcosa nel corpo non va e bisogna fare marcia indietro, perché la palla di neve si rimpicciolisca, la si butta giù come fosse un bicchiere di acqua e si continua ad accumulare!
Dopo tre anni Anna, la scorsa settimana, mi annuncia che non può più venire ad aiutarmi perché suo padre ha un cancro e non può più guidare e lo deve seguire!
E così la palla di neve si è ingrandita, ovvero quello che il corpo può accumulare e non riesce più a gestire è aumentato tanto fino a che il corpo l’ho a fatto scoppiare in una malattia importante!
Ecco allora è il momento di cambiare, non domani, ma ORA!
Togliti sti cavolo di chili di troppo con un dimagramento sano, con me!
Trova ora adesso la motivazione in te per fare il salto e cambiare e capire cosa blocca il cambiamento e superare questo blocco una volta per tutte!
Giovedì 18 maggio la dott.ssa Anita D’Agnolo Vallan, specializzata in couseling, ti spiega come farti ritrovare la motivazione al cambiamento alimentare sia che coinvolga il dimagrimento che un aspetto della salute!….

alimentazione curativa: significato

alimentazione curativa: modo di pensare

E Anita nella serata ti spiegherà come fare questo passaggio da comportamento disfunzionale a funzionale per il tuo benessere e per il tuo peso!
Cogli l’occasione e assapora una dieta (intesa come stile di vita e non regime calorico restrittivo) che finalmente mette in comunicazione anima e corpo e non tratta il tuo corpo come un nemico!
Perché quando si instaura una malattia nel corpo c’è sempre qualcosa da combattere per la medicina ufficiale?
E se invece ci fosse qualcosa da accogliere e da cambiare?
Scoprilo con me giovedì 18 maggio in una serata dove accoglieremo il cambiamento e il nostro corpo trasformandolo in un nostro alleato con un cibo che ti fa rinascere!
Qui sotto, cliccando sull’immagine,  potete ascoltare l’appassionata testimonianza di Liliana Di Pietro che mi segue con un incredibile successo sia in consulenza individuale, che nei corsi di cucina, che nelle conferenze da diversi anni ed ora con il tuo menù naturale organizzato e il mio metodo “io ti accompagno, tu assapori”!
Love, trust, care
P.S: E Martedì 30 maggio con Stefania Gigliotti andremo invece alle radici del nutrimento ovvero vedremo le radici della voglia di dolce, del peso eccessivo, della fame nervosa!
P.P.S: Accedi anche tu al tuo menù naturale organizzato per migliorare la tua alimentazione www.cucinaincambiamento.com
Ed ecco la bella testimonianza di Debora Bertonasco sul tuo menù naturale organizzato: “Una vera miniera di preziosi consigli per ricette semplici e curative! Ogni piatto equilibrato e di facile preparazione ti sorprende sempre con quel tocco in più (l’aggiunta di un aroma o un pizzico di spezie) che ti fa sentire una grande chef anche nella tua piccola cucina…
Complimenti anche nella creatività nei nomi dei piatti. Anche come definiamo ciò che mangiamo è importante e completa l’esperienza sensoriale di un pasto veramente nutriente. Brava per la creatività delle tue ricette a 360 gradi: negli ingredienti, nei colori, nel profumo, e nella poesia dei piatti…”
Ed ora Abbonati anche tu!