Blog, Cucina in cambiamento, Non categorizzato, Organizzare una cucina naturale

Vivere in modo ecosostenibile? Si può!

Qualche settimana fa ho fatto un viaggio ad Amsterdam, grazie al quale ho potuto riflettere molto sulle nostre abitudini alimentari e sul nostro stile di vita.

Noi umani abbiamo un problema fondamentale: produciamo troppi rifiuti e, in particolare, utilizziamo troppa plastica che invade i nostri oceani ed i nostri spazi verdi!

Una fotografia della mostra Word Press Photo di Amsterdam mi ha fatto ricordare un altro viaggio che ha avuto grande impatto sul cambiamento del mio stile di vita verso l’ecologia.

La foto in questione è del fotografo olandese Kadir van Lohuizen e mostra come le società gestiscono i propri rifiuti. Al giorno d’oggi ne produciamo una quantità mai vista nella storia dell’umanità. Secondo una ricerca della World Bank, il mondo produce 3.5 milioni di tonnellate di rifiuti solidi al giorno, dieci volte di più rispetto a dieci anni fa! Il World Economic Forum dichiara che nel 2050 la presenza di plastica che invaderà gli oceani sarà superiore rispetto a quella dei pesci!

In Sud America, dove non ci sono i controlli che abbiamo noi in Europa, già molti anni fa la questione plastica era ben visibile. Certo, bisognava andare molto a sud del mondo per accorgersene.

Circa 15 anni fa, quando incontrai mio marito per la prima volta e lo andai a trovare in Argentina, feci un viaggio in Patagonia. Lui era ancora studente della facoltà di economia e commercio e, mentre lui studiava, io ne approfittai per fare un viaggio alla scoperta della “fine del mondo”, come lo definiva lo scrittore cileno Sepulveda.

Mi resi conto che mi trovai proprio alla fine del mondo quando, per andare nella città capitale della Patagonia, Puerto Madryn, dovetti attraversare chilometri e chilometri di deserto pianeggiante, invaso da rifiuti! Di fronte a quella visione mi resi conto di come l’uomo per disfarsi della spazzatura che produceva la relegava nelle zone più nascoste del mondo.

Quell’immagine mi scioccò e chiesi all’autista il motivo della presenza di tutta quella spazzatura e, soprattutto, di tutti quei sacchetti di plastica volanti, in una terra che doveva essere incontaminata come la Patagonia.

Mi rispose che, poichè la Patagonia è un luogo quasi disabitato e privo di controlli, tutto il mondo si permetteva di gettare rifiuti incontrollati senza il timore di essere punito!

Di fronte alla vista di distese di sacchetti di plastica mi si spezzò il cuore e da allora mi sono chiesta: che cosa posso fare io, nel mio piccolo, per evitare che il nostro pianeta venga invaso dalla plastica?

Qualche settimana fa, ad Amsterdam, mi sono accorta con somma gioia che un’intera nazione si era posta lo stesso mio quesito, considerato che ormai il problema plastica e rifiuti si tocca con mano anche nella nostra Europa!

Ecco il materiale con cui la mamma anitra sta costruendo il nido per i suoi piccoli, in un canale di Amsterdam.

La proprietaria della nostra houseboat, dopo averci mostrato il funzionamento della casa, ci ha donato un sacchetto di cotone grezzo, da utilizzare per la nostra spesa e ci ha indicato i supermercati Bio che non utilizzano imballaggi in plastica. Ed è proprio lì che ci siamo diretti in quei giorni, per la spesa.

Anche tu porti sempre con te un sacchetto di cotone, oppure una borsa, per evitare i sacchetti del supermercato? Io sì. Da quando sono tornata da quel viaggio in Argentina, nella mia borsetta porto sempre con me una pallina da cui estraggo una borsa capiente che mi fa rispondere alla domanda della cassiera:

“Signora, le serve un un sacchetto?” con un  “No no, sono organizzata grazie!”

Che ne dici? Ti piace come pratica eco sostenibile da adottare quotidianamente? È arrivato il momento di essere cittadini attivi nella tutela del nostro patrimonio ambientale!

E io intanto ti aspetto martedì 15 maggio alle 18 in Biobottega in corso Adriatico 26, a Torino. Se non sei ancora dei nostri scrivimi e ti metterò nella lista di attesa! Sgonfiati in modo ecosostenibile ha richiamato tantissime persone sensibili alla propria salute e a quella del pianeta per cui abbiamo deciso di ripetere l’evento! Ti comunicherò prestissimo la data precisa ma, intanto, prenota il tuo posto!

Love, trust , care

Silvia

P.S: L’incontro Sgonfiati in modo ecosostenibile fa parte del BeeGreen festival della sostenibilità. Vai a vedere il programma, ci sono tanti eventi interessanti che ci insegnano ad essere più ecosostenibili!

P.P.S: Inoltre da questo mese potrai trovare in ogni Biobottega d’ Italia la nuova rivista con un mio articolo su come mettersi in forma per l’estate utilizzando i cereali , le verdure e i legumi più adatti! Corri a prendere la tua copia!